I cinque libri sul gioco dazzardoIl gioco d’azzardo non è soltanto un passatempo praticato da chi cerca di arricchirsi frequentando casinò e sale da gioco. Attorno al mondo delle slot machine e dei tavoli verdi ruota tutto un universo culturale fatto di film, documentari, saggi e romanzi ambientati proprio nel mondo del gioco d’azzardo. In campo letterario, sono tantissimi i capolavori che raccontano storie che hanno a che fare con il gambling, ma ci sono almeno cinque libri che un vero appassionato deve assolutamente leggere almeno una volta nella vita.

Ben Mezrich è un autore noto per aver pubblicato diversi libri sul gioco d’azzardo, ma quello che lo ha portato alla celebrità è “Bringing Down the House”, che racconta la storia di un gruppo di studenti universitari del MIT (Massachusetts Institute of Technology) che ha saputo sfruttare le proprie competenze matematiche per mettere in atto nei principali casinò di Las Vegas un metodo di conteggio delle carte da utilizzare ai tavoli da blackjack. Grazie a questo metodo il club di studenti ha svaligiato le casse di diverse case da gioco prima di abbandonare il mondo del gioco d’azzardo. Dal libro di Mezrich è stato tratto anche un film dal titolo “21”, diretto da Robert Luketic, che racconta la stessa storia inserendovi degli elementi inventati.

Tra gli scrittori che si sono occupati di gioco d’azzardo c’è anche un mostro sacro della letteratura internazionale, Fëdor Dostoevskij, che nel suo “Il giocatore” del 1866 racconta la sua esperienza di dipendenza dal gioco d’azzardo. Il protagonista, alter ego dello stesso autore, gira i casinò mettendo in pratica una strategia da lui ideata per vincere alla roulette. Quella delineata dallo scrittore russo è una vera e propria radiografia letteraria del vizio del gioco, che descrive nel dettaglio i modi in cui il demone del gioco d’azzardo riesce a possedere uomini e donne di qualunque età ed estrazione sociale.

Sex, Lies and Video Poker” è il titolo del romanzo scritto da Bob Dancer nel 2004, presentato come “un romanzo erotico sul gioco d’azzardo“. Nelle pagine del libro trovano spazio temi differenti, che vanno dalla passione erotica a quella per il tavolo da casinò, accompagnando il lettore in un viaggio costellato da personaggi bizzarri che rappresentano al meglio l’ambiente del poker.

Quando si parla di libri sul gioco d’azzardo non si può non ricordare “Paura e delirio a Las Vegas”, pubblicato nel 1971 dall’ex giornalista Hunter Stockton Thompson. Si tratta di un romanzo semi-autobiografico che racconta il viaggio surreale del protagonista verso una città americana dove si tiene una gara automobilistica di cui dovrebbe fare la cronaca. Il viaggio si rivela ben presto impossibile da portare a termine, per via delle tentazioni a basso costo offerte dalla città di Las Vegas, fra tavoli verdi e droghe sintetiche. Anche in questo caso, dal libro è stato tratto un film che ha fatto epoca, con Johnny Depp e Benicio del Toro.

Infine, nell’ambito della saggistica dedicata al gioco d’azzardo possiamo ricordare il manuale di David Sklansky intitolato “Teoria del poker”. 420 pagine di regole, teorie e strategie che sviscerano ogni aspetto del gioco d’azzardo più famoso del mondo.