Spielbanken in DeutschlandIn Germania da gennaio 2020 è in corso un sistema di riorganizzazione del gioco d’azzardo che dovrebbe entrare in vigore verso giugno 2021. Il processo ha subito una battuta d’arresto dopo una denuncia di un bookmaker austriaco che sosteneva che quanto si stava decidendo in fase di organizzazione fosse poco trasparente. Risolta la questione legale si è andato avanti a sperimentare questa nuova legiferazione, in cui le nuove norme hanno aperto le porte agli operatori di scommesse online, facendo in modo che chiedessero autorizzazione a procedere con delle licenze che li autorizzassero in via definitiva e regolamentata a operare in un ambiente finalmente legiferato a dovere.

Questo trattato dovrebbe entrare in vigore il 1 luglio 2021 – sempre che si risolva la causa legale in corso con il bookmaker austriaco che ha accusato di poca trasparenza – e dare regole al rigoroso divieto sul gioco che si è rivelato inefficace, soprattutto considerando che online si trova qualsiasi giochi online casinò. Il mercato quindi si sta regolamentando per permettere agli operatori privati di entrare e giocare con la massima regolarità e trasparenza, cosa finora inaccessibile.

Uno dei punti cardine di discussione riguarda le scommesse live, che rappresentano il 60% del giro di affari e fino adesso non ammessi nei circuiti legalizzati statali. La regolamentazione rappresenta un voler introdurre un minimo di protezione nei confronti del giocatore, per combattere ludopatia e gioco d’azzardo esagerato.

Ma non concedendo statalmente quello che il giocatore cerca, verranno poi così favoriti il mercato nero degli scambi di scommesse e pericolo di strozzinaggio che figure losche si prendano il mercato delle scommesse e arrivi fino a far decidere per alcune partite il risultato a priori con il beneplacito di qualche giocatore o allenatore.

La protezione dei giocatori è molto complessa da mettere in atto, la norma vorrebbe mettere un limite di mille euro mensili di deposito, ma così facendo si limita il mercato e bisognerebbe oltretutto riuscire a conteggiare anche le scommesse e i depositi online, oltre a quelli fisici sul territorio, cosa praticamente impossibile da fare.

Anche il tempo di attesa di 5 minuti da una offerta ad un’altra è assolutamente anacronistico in un mondo dove tutto va veloce ed è praticamente istantaneo come quello digitale.

Insomma la nuova norma tedesca presenta non poche difficoltà di applicazione e forse per questi legislatori che hanno scritto un trattato di 70 pagine è arrivato giusto giusto il tempo delle pandemie che stanno chiudendo in lockdown diverse città tedesche, come in tutta Europa.

Il Covid sta dando più tempo a chi sta scrivendo questo complesso quadro normativo per la futura applicazione nei modi giusti. Intanto, nell’attesa della completa legalizzazione in agosto è stata introdotta anche il divieto di transazioni con carta di credito e già dall’anno precedente PayPal era stata costretta a ritirarsi dal mercato dei casino online Germania, con una attività di repressione senza precedenti che era stata attuata nei suoi confronti.

La stessa che ora si sta mettendo in pratica contro Visa e MasterCard. Fortunatamente ci sono molti altri sistemi di pagamento e addirittura sono nate intere pagine web che istruiscono i giocatori come poter pagare online con i nuovi sistemi di pagamento (alcuni completamente nazionali come OnlineUberweisen)