Payout della rouletteAnche per chi non è un esperto della roulette, è relativamente facile capire quando si vince al celebre gioco d’azzardo che ha fatto la storia del gambling internazionale. Il tappeto verde che accoglie le fiches dei giocatori è infatti piuttosto chiaro nell’esplicitare se una puntata risulta vincente o meno.

Molto meno facile, invece, è capire quanto si vince per una puntata azzeccata: un dubbio che attanaglia migliaia di giocatori che spesso si vedono attribuire delle vincite senza riuscire a calcolare esattamente a quanto ammontano.

In realtà, calcolare la vincita corrispondente ad una puntata vincente è piuttosto semplice anche senza avere a portata di mano il regolamento del gioco, specialmente quando si tratta delle cosiddette puntate di base, ovvero quelle che presentano una probabilità di successo pari al 50 per cento (numeri rossi o neri, numeri pari o dispari, numeri alti o bassi): in questo caso, la vincita che spetta al giocatore che indovina la puntata è pari a 1 volta la posta (1:1), ovvero un pagamento netto equivalente alla puntata.

La vincita da sogno di ogni giocatore, tuttavia, è quella che si ottiene azzeccando il singolo numero sul quale si ferma la pallina della roulette: quando ciò avviene, il banco deve pagare al vincitore 35 volte la posta scommessa (35:1). Contando che c’è 1 possibilità su 37 che questa circostanza si verifichi, si può facilmente intuire come il banco sia sempre leggermente avvantaggiato rispetto al singolo scommettitore.

Il calcolo della vincita si fa molto più complicato quando entrano in gioco le puntate speciali, ossia quelle che fanno riferimento a specifici settori del tappeto verde che coprono più numeri adiacenti ma non consecutivi sulla ruota della roulette, ad esempio le puntate che vengono indicate con la dicitura “cheval” (una coppia di numeri), “transversale plein” (una fila di tre numeri), “carré” (una quartina); rientrano nelle puntate multiple anche la colonna, la dozzina, la trasversale semplice e i quattro primi.

In tutti questi casi occorre tenere a mente che ad ogni puntata composita è associata una specifica vincita: 17 volte la posta per il cheval (che ha una probabilità si successo pari al 5,41%), 11 volte la posta per la terzina (che si verifica nel 8,11% dei casi), 8 volte la posta per il carrè e i quattro primi (in entrambi i casi il 10,81% delle puntate risulta vincente), 5 volte la posta per la sestina (16,22%) e solamente 2 volte la posta nel caso si verifichi una colonna o una dozzina (con probabilità di successo del 32,43%).

In generale, se non si vogliono imparare a memoria tutte queste corrispondenze, si può fare riferimento ad una formula base per calcolare in un batter d’occhio la vincita netta corrispondente ad una specifica puntata: è sufficiente suddividere il totale dei numeri della ruota (36) per il numero totale dei numeri su cui il giocatore ha puntato (ad esempio 4 numeri in caso di carrè) e sottrarre 1 al risultato finale.

In questo modo si ottiene (36:4) – 1 = 8, che moltiplicato per la posta messa in gioco dal giocatore restituisce la vincita esatta attribuita al concorrente. Per semplificare ulteriormente le cose, quando si gioca si può tenere sotto mano una tabella riassuntiva che riporta le singole vincite in tutte le occasioni di gioco.

#StandWithUkraine

#StandWithUkraine - Siamo con il popolo ucraino. La Russia non “solo” sta attaccando il popolo ucraino.
Questa è una guerra contro i valori democratici, i diritti umani e la pace. Possiamo avere un impatto e aiutare con le nostre donazioni.

Opzione 1 Opzione 2