Metodi per smettere di giocareIn questo breve testo vi parleremo del problema sempre più diffuso del vizio del gioco. Vedremo infatti come aiutare un giocatore d’azzardo ma, prima di farlo, vi mostreremo cos’è la ludopatia o la dipendenza da gioco e quali sono i vizio del gioco sintomi principali. Per smettere di giocare è altrettanto importante smettere di raccontarsi bugie e questo aspetto sarà centrale nel quarto paragrafo di questo articolo.

Vedremo poi alcuni consigli su come combattere la ludopatia e come perdere il vizio del gioco. Vi sarà poi un’importante sezione su come aiutare un ludopatico, seguita da una breve analisi sulle cause che portano alla nascita della malattia del gioco. Vedremo infine come togliersi il vizio del gioco ma, soprattutto, come comportarsi con chi soffre di ludopatia e come aiutarlo a smettere di giocare.

Che cos’è ludopatia o dipendenza dal gioco e gli sintomi

Vediamo ora cos’è la ludopatia o malattia del gioco delle macchinette. Si tratta di una vera e propria patologia che, purtroppo, colpisce ogni anno migliaia di persone in Italia.

Sono stati stilati nove sintomi inequivocabili di ludopatia o della slot machine dipendenza, vediamoli insieme: avere un bisogno irrefrenabile di scommettere grandi quantità di denaro, provare sentimenti di irrequietezza o irritabilità quando non giochiamo, aver provato diverse volte a smettere di giocare, ma sempre senza successo, sentirsi completamente assorbiti dal gioco d’azzardo, giocare per gestire lo stress, continuare a giocare per andare “in pari”, mentire ai nostri cari, amici e colleghi sul gioco, perdere delle relazioni o creare conflitti per il gioco o avere avuto bisogno di un prestito per il gioco.

Si stima che chiunque si riconosca in quattro di questi nove sintomi sia effettivamente malato e dovrebbe pensare a come curare la ludopatia. Tra le manifestazioni analizzate abbiamo anche potuto osservare la presenza di vizio del gioco sintomi fisici, considerato uno degli ultimi stadi della malattia.

“Posso smettere quando voglio” e altre bugie dei giocatori

In moltissimi si chiedono come smettere di giocare d’azzardo e questo è già un grande passo avanti. Diciamo ciò poiché in moltissimi tra i giocatori ludopatici non riescono ad accorgersi di avere un problema e, conseguentemente, non si chiedono nemmeno come uscire dalla dipendenza dal gioco. Alcuni di questi ripetono spesso, più a loro stessi che agli altri, che possono smettere quando vogliono.

È evidente, purtroppo, che la dipendenza da slot machine è tutt’altro che semplice da curare ed è per tale ragione che in tanti si chiedono come uscire dal gioco delle macchinette e poi fanno affidamento ad attività specializzate nel settore.

Alcuni consigli per smettere di giocare

Come smettere di giocareVediamo ora alcuni brevi consigli su come come guarire dalla ludopatia.

Riconoscere di avere un problema

In primo luogo è fondamentale che i giocatori che soffrono di una vera e propria patologia o dipendenza da gioco riconoscano di avere un vero e proprio problema, una malattia. Se il giocatore esclamasse ad alta voce “voglio uscire dal gioco” avrebbe già raggiunto il primo passo verso una guarigione.

Il gioco d’azzardo, infatti, spesso non è percepito come tale dai giocatori che arrivano ad indebitarsi, a rovinare famiglie, relazioni sentimentali e di amicizia come se nulla fosse. È quindi importante considerare il gioco d’azzardo come uscirne e, nel prossimo paragrafo, vedremo assieme come rimuovere le applicazioni da gioco e i siti internet dedicati.

Rimuovere le app e bloccare i siti del gioco

Una prima possibile soluzione su come smettere di giocare è data dalla rimozione delle applicazioni del gioco d’azzardo. Difatti, i giocatori che hanno a portata di mano o di click il gioco sono molto più inclini a ricaderci. Ciò perché la semplicità della giocata, effettuata magari dal letto di casa propria, non presenta alcuna controindicazione.

Tra i metodi per smettere di giocare vi è quindi la rimozione delle applicazioni dal telefono cellulare e, in caso di una decisione più drastica, il blocco di tutti i siti di gioco. Chi si chiede come uscire dalla ludopatia deve considerare l’opzione di farsi eliminare dai siti online.

Restare lontani dal gioco e gestire gli impulsi

D’altro canto, non è di certo semplice per i giocatori più incalliti rimanere distanti dal gioco d’azzardo. La prima risposta alla domanda come aiutare un giocatore di macchinette è tenerli lontani. Solamente tenendoli lontani, i giocatori non avranno la possibilità di giocare e di scommettere sulle piattaforme di gambling dedicate.

A tale situazione si aggiunge poi la necessità di imparare a gestire gli impulsi e, a tal proposito, è necessario ribadire che il giocatore deve portare avanti un percorso psicologico e psichiatrico adeguato, senza mai dimenticare di domandarsi vizio del gioco come smettere.

Dedicarsi a un’attività alternativa

Un’altra ottima soluzione per uscire dal vizio del gioco da soli è quella di dedicarsi a un’attività alternativa. Si tratta di un modo di impegnare la mente e divertirsi facendo altro, senza occupare il proprio cervello con il pensiero fisso del gioco.

Quando si parla di dipendenza da gioco come uscirne è opportuno considerare l’importanza di attività come lo sport, come il disegno, la danza o il fai da te. Si tratta di attività che impegnano il corpo e la mente del giocatore e che lo distraggono da un pensiero che, altrimenti, troverebbe sempre spazio all’interno della sua mente.

Ammettere le gravi conseguenze della malattia

Un aspetto fondamentale è il considerare la dipendenza da gioco cosa fare come una malattia e trattarla come tale. Per molto tempo, infatti, il gioco veniva derubricato come una semplice “passione” che però, ci spiace dirlo, per alcuni individui è molto più pesante.

L’ammissione del grave problema ci porta poi a pensare alla ludopatia come curarla e questo sì che è un ottimo risultato. La malattia, come detto più volte nel corso dell’articolo, è oggi possibile trattarla in varie maniere, a seconda della gravità della stessa. Di certo, è innegabile che allo stato più severo divenga necessario l’intervento del personale sanitario specializzato.

E se non posso farcela da solo(a)?

In questa sezione analizzeremo le soluzioni che si trova davanti che soffrendo della malattia non riesce a uscirne da solo. Infatti, quando si parla ludopatia come uscirne da soli non si considerano sempre tutti i fattori che, invece, sono alla base di un problema. Alcuni giocatori, purtroppo, raggiungono un livello di malattia tale da rendere impossibile una guarigione con la sola forza di volontà.

Fortunatamente, oggi esistono diverse soluzioni per questa tipologia di paziente. In primo luogo, possiamo fornirvi la risposta dipendenza da gioco a chi rivolgersi presentandovi la figura dello psicologo o dello psichiatra. Ad esso, sono spesso associati dei gruppi d’ascolto o di auto – supporto composti da altri giocatori ludopatici. Si tratta di un passo importante verso la riabilitazione e la prevenzione di ricadute.

Vi sono poi delle strutture apposite che ricevono persone ludopatiche e che offrono loro una riabilitazione completa. Si tratta di veri e propri centri di recupero che operano al fine di rimettere il giocatore in condizione di vivere serenamente la propria vita.

Le cause della dipendenza dal gioco

Ci si concentra sempre sulla ludopatia come uscirne ma quasi mai ci si chiede quali sono le principali cause della dipendenza da gioco. Le cause che portano un giocatore a vivere il gioco come una malattia sono principalmente di tre tipi: biologica, psicologica e socio-ambientale. Per la prima, la causa di natura biologica, si presuppone che alcuni individui abbiano una predisposizione genetica al gioco d’azzardo e che, per tale ragione, siano più propensi a svilupparne una dipendenza.

Abbiamo poi una causa di natura psicologica che emerge dinanzi ad alcune caratteristiche caratteriali del giocatore come, ad esempio, la gestione dell’impulsività, delle proprie emozioni, attacchi di ira etc.

In ultimo abbiamo le cause che vengono invece definite come socio-ambientali. Si tratta di quelle cause tra le quali rientrano l’ambiente in cui si vive, che sia quello familiare, quello lavorativo o quello solitamente più vario e vasto delle amicizie.

Come aiutare una persona con la dipendenza

Di certo, aiutare una persona con una dipendenza non è mai semplice, qualunque essa sia. In moltissimi si chiedono dipendenza da gioco come curarla e spesso lo fanno in nome dei propri cari che ne soffrono. Per aiutare una persona con una dipendenza si dovrebbe innanzitutto convincere il giocatore che egli ha effettivamente un problema con il gioco. Si tratta, come ribadito più volte, del più e più importante passo da intraprendere.

A seguire, qualora il giocatore non accettasse ugualmente di smettere, le persone a lui vicine dovrebbero fargli presente il rischio a cui va incontro che è un rischio affettivo, familiare ed economico-finanziario oltre che di salute. Può essere una soluzione eliminare le app dal telefono del giocatore o, magari, convincerlo a essere cancellato da tutti i database online. Qualora anche queste misure non sortissero alcun effetto non rimarrebbe altro che considerare la cura farmacologica o il ricovero in una clinica riabilitativa.

Elena Giulia Manzoni
Elena Manzoni
Caporedattrice

Ciao a tutti!

Mi chiamo Elena Manzoni e sono project manager e caporedattrice di CasinoHEX Italia. Il progetto è nato nel 2018 e già da due anni io con i miei colleghi forniamo le informazioni recentissime e affidabilissime del settore di gioco online ai nostri lettori.

Verifichiamo ogni casinò online e facciamo le ricerche al fine di farvi scoprire le migliori offerte disponibili, nuovi giochi e metodi di pagamento. Inoltre, il nostro obiettivo principale è di assicurarci che ogni casinò recensito è affidabile e i dati dei giocatori non sono a rischio.

Speriamo di esservi d’aiuto. Buona fortuna!