Solitario carteQuante volte ci siamo trovati da soli, annoiati, senza strumenti di svago al di fuori di un mazzo di carte? Un amico ritardatario, l’attesa di un treno in ritardo e, più recentemente, il famigerato lockdown sono situazioni in cui la noia fa da padrona e può prendere il sopravvento. È proprio in questi momenti che può venire in aiuto un gioco che da decenni, grazie alla sua semplicità, accompagna le persone che hanno bisogno di “ammazzare il tempo” e allontanare la noia con un’attività piacevole e salutare.

I solitari con carte napoletane sono i più famosi e apprezzati: ne esistono di diverse tipologie e si possono distinguere tra quelli basati esclusivamente sulla fortuna e quelli che richiedono un minimo di strategia e abilità. Tutto l’occorrente necessario per metterli in pratica è un mazzo di carte napoletane e un tavolo, o qualsiasi altro ripiano che permetta di appoggiare le carte secondo una precisa disposizione, a seconda della tipologia di solitario alla quale si vuole giocare.

Tra le varianti più diffuse e amate dai giocatori di tutta Italia c’è la celebre Piramide. Come suggerisce il nome del gioco, in questo solitario online le carte devono essere riposte coperte a forma di piramide, con l’ultima fila composta da sette carte e il vertice formato da una singola carta. Lo scopo del gioco è quello di “distruggere” la piramide togliendo tutte le carte coperte dal tavolo, ma per farlo è necessario trovare una coppia di carte scoperte che, sommate tra loro, diano come risultato 10.

Una volta trovate queste coppie, le carte possono essere rimosse dal tavolo “liberando” le carte sottostanti, che possono essere voltate per formare nuove coppie. Il gioco si definisce concluso quando anche all’ultima carta, il vertice della piramide, viene associata una carta che dà come somma 10, in caso contrario la partita è persa.

Tra i più famosi solitari che non richiedono abilità mentali o capacità di calcolo, ma soltanto una buona dose di fortuna, c’è l’Orologio, ideale per trascorrere un po’ di tempo in modo spensierato senza impegnarsi più di tanto. Occorre disporre 12 carte scoperte a cerchio, in modo che ciascuna carta occupi la posizione di un’ora all’interno dell’orologio.

Le carte presenti nel mazzetto rimanente devono essere scartate una alla volta, riponendone in alternanza una coperta e una scoperta: quando una delle carte scoperte è uguale ad una di quelle presenti nell’orologio, quest’ultima va girata a faccia in giù. Lo scopo è quello di rigirare tutte le “ore” dell’orologio prima che siano esaurite tutte le carte del mazzo.

Infine ricordiamo le regole di un solitario che richiede una certa capacità strategica, pensato per chi desidera mettere alla prova le proprie abilità mentali. Prende il nome di Bidone e, per essere giocato, richiede di disporre le 40 carte in sedici mazzetti, formando una griglia 4×4, in modo che gli otto mazzetti che compongono le diagonali del rettangolo siano formati da due carte coperte più una scoperta, mentre i restanti otto mazzetti siano composti da una carta coperta e una scoperta.

L’obiettivo del giocatore è quello di riordinare le quattro sequenze per seme che vanno dall’asso al re, spostando le carte presenti nel “bidone” in base a precise regole: le carte possono essere movimentate da un mazzetto all’altro solo se hanno lo stesso seme e sono di valore immediatamente inferiore alla carta sottostante.

#StandWithUkraine

#StandWithUkraine - Siamo con il popolo ucraino. La Russia non “solo” sta attaccando il popolo ucraino.
Questa è una guerra contro i valori democratici, i diritti umani e la pace. Possiamo avere un impatto e aiutare con le nostre donazioni.

Opzione 1 Opzione 2